Lì, 23 gennaio 2001

CIRCOLARE 282/01

OGGETTO: LA COLLABORAZIONE COORDINATA E CONTINUATIVA -    LA "BUSTA PAGA"

Con l'assimilazione dei redditi di collaborazione coordinata e continuativa a quelli di lavoro dipendente ci si è sicuramente posti il problema se il committente a partire dal 1° gennaio 2001 ha l'obbligo di emettere una "busta paga" anche per le collaborazioni coordinate e continuative (diverse da quelle oggetto di attività professionali o artistiche).

Un chiarimento è arrivato dalle Direzioni regionali delle Entrate della Lombardia e del Piemonte che escludono l'obbligo del rilascio, in capo al committente, del prospetto paga.

¨      Il collaboratore non è tenuto a rilasciare alcun documento.

¨      Il committente dovrà rilasciare un prospetto in forma libera dal quale risultino gli oneri fiscali, contributivi e assicurativi a carico del collaboratore.

LIBRI PAGA E MATRICOLA PER I COLLABORATORI

Il Ministero del Lavoro, con la Nota 2 gennaio 2001, che si allega alla presente, fornisce importanti chiarimenti in merito alla gestione dei collaboratori coordinati e continuativi.

Vengono infatti sciolti molti dubbi e viene precisato che:

¨      in capo al committente sussiste l'obbligo di registrare i collaboratori sul libro matricola e riportare i compensi ad essi corrisposti a libro paga (libri che vanno preventivamente vidimati all'INAIL);

¨      risulta possibile per il committente tenere registri separati per i lavoratori dipendenti e per i collaboratori;

¨      non sussiste l'obbligo di detenere il libro delle presenze in quanto non è previsto per i collaboratori un orario di lavoro e una prestazione a tempo;

¨      il committente è tenuto a consegnare al collaboratore un prospetto di compenso in forma libera dal quale risultino gli oneri previdenziali e le trattenute fiscali a carico dello stesso.

Considerando che gli Enti locali sono esentati dalla tenuta dei libri paga e matricola, a condizione che rilascino ai propri dipendenti un prospetto paga riepilogativo degli elementi retributivi e del relativo carico previdenziale e fiscale, pur non sussistendo, a nostro avviso, l'obbligo della vidimazione INAIL, si ritiene a maggior ragione, necessario rilasciare il cedolino anche per i collaboratori.

A disposizione per ogni chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

                                                                                                               ENTI-REV SRL

||||||||

-->
Hosted by:

Copyright © 1998 by Cnnet Internet Provider - Info: info@cnnet.it

Miglior Risoluzione: 800 * 600 - Colori: 16 bit