Lì, 5 marzo 2001

CIRCOLARE 288/01

OGGETTO: REGOLAMENTO ISTITUTIVO DEL FONDO PER IL CONTENIMENTO DELLE TARIFFE DEI SERVIZI.

L'8 gennaio è stato approvato il regolamento, previsto dall'art. 6 c. 3 della Legge 23/12/1999 n. 488, che riguarda la restituzione dell'IVA pagata dai Comuni, dalle Comunità Montane ecc., per la gestione dei servizi non commerciali affidati dagli Enti a soggetti terzi.

Il Decreto non è ancora stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, ma è reperibile sul sito internet del Ministero dell'Interno.

Il termine perentorio per inviare al Ministero dell'interno, tramite la Prefettura, è il 31/03/2001 e riguarda gli anni dal 1997 al 2000. 

L'art. 2 comma 1 stabilisce "lo Stato concorre al contenimento delle tariffe applicate…" per cui il contributo può essere richiesto in relazione ai servizi resi alla collettività dietro pagamento di corrispettivo.

Il comma 3 dell'art. 2 recita "ai fini del comma 2 si considerano solo i contratti aventi ad oggetto i servizi non commerciali, intendendosi per tali i servizi assoggettati all'Imposta sul Valore Aggiunto che, ove prestati dagli enti locali, sarebbero considerati esenti ovvero non rientrerebbero nel campo di applicazione dell'Imposta sul Valore Aggiunto. Sono esclusi i servizi relativi al trasporto pubblico locale.

Per quanto sopra la normativa fa quindi riferimento all'IVA relativa ai contratti di appalto aventi per oggetto i servizi non rientranti nell'attività commerciale, in quanto l'IVA pagata in relazione ai contratti per le attività commerciali viene regolarmente detratta nella dichiarazione IVA.

Nella considerazione che nel comma 3 della norma in argomento per i servizi non commerciali si debbano  intendere i servizi assoggettati ad IVA in esenzione d'Imposta, ovvero i servizi istituzionali, l'Enti Rev ritiene che l'IVA sui SERVIZI ESENTI (mensa scolastica fino al 10/12/2000, asilo nido ecc.) se gestiti con contabilità separata, ex art. 36 possa essere compresa nella domanda di rimborso.

Al contrario, nel caso in cui i SERVIZI ESENTI siano gestiti con contabilità unica, unitamente a servizi imponibili, in conseguenza dell'avvenuta detrazione dell'IVA sugli acquisti per effetto del pro rata, i servizi esenti non sono da includere nella domanda di rimborso.

Per servizi istituzionali si intendono:

·        servizio gestione imposta comunale sulla pubblicità;

·        diritti sulle pubbliche affissioni;

·        servizi cimiteriali come la cremazione salme;

·        servizi di raccolta di rifiuti solidi urbani;

·        servizi di fognatura e depurazione sino al 31/12/1998.

Tale elencazione deve intendersi orientativa e non esaustiva.

 A disposizione per ogni chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

ENTI-REV SRL

||||||||

-->
Hosted by:

Copyright © 1998 by Cnnet Internet Provider - Info: info@cnnet.it

Miglior Risoluzione: 800 * 600 - Colori: 16 bit