Lì, 7 gennaio 2002

CIRCOLARE 316/02

OGGETTO: ULTIME NOVITA'

REGISTRI DEI RIFIUTI: CONFERMATA LA VIDIMAZIONE

Con la Circolare 11 dicembre 2001, n. 104 l'Agenzia delle Entrate ha specificato che gli Uffici locali delle entrate e gli Uffici  del registro dovranno ancora numerare e vidimare i registri di carico e scarico delle imprese contenenti informazioni sui rifiuti.

Tale disposizione deriva dal fatto che i libri previsti da leggi speciali non sono interessati dalle modifiche introdotte dall'articolo 8, Legge 338/2001 (cioè abolizione dell'obbligo di bollatura per il libro giornale,  per quello degli inventari e per i registri obbligatori ai fini delle imposte dirette e dell'imposta sul valore aggiunto).

REDDITI DI COLLABORAZIONE NEL QUADRO C DEL MOD. 730/2002

L'art. 34 del Collegato alla Finanziaria 2000 stabilisce che a decorrere dal 1° gennaio 2001 i redditi da collaborazione coordinata e continuativa escono dalla tipologia dei redditi di lavoro autonomo disciplinati dall' art.49, DPR n. 917/86 per confluire nei redditi assimilati a quelli di lavoro dipendente di cui all'art. 47, DPR n. 917/86.

      Di conseguenza, dal 1° gennaio 2001 sono quindi assimilati ai redditi di lavoro dipendente le somme e i valori in genere, a qualunque titolo percepiti, anche sotto forma di erogazioni liberali, in relazione a:

-        uffici di amministratore, sindaco o revisore di società, associazioni e altri enti con o senza personalità giuridica;

-        collaborazione a giornali, riviste, enciclopedie e simili;

-        partecipazione a collegi e commissioni;

-        attività svolte senza vincolo di subordinazione a favore di un determinato soggetto nel quadro

di un rapporto unitario e continuativo senza impegno di mezzi organizzati e con retribuzione periodica prestabilita.

      Tali compensi non andranno quindi più dichiarati nel quadro D, rigo D4 del Mod. 730 ma nella Sezione I° del quadro C fra i redditi assimilati a quello di lavoro dipendente.

SPETTACOLI E INTRATTENIMENTI: DA LUGLIO 2002 I "TITOLI DI ACCESSO"

      Il DPR 6 novembre 2001, n. 427, pubblicato sulla "Gazzetta Ufficiale" 11 dicembre 2001, n. 287, conferma quanto previsto dai decreti 13 luglio 2000 e 23 luglio 2001: dal 1° luglio 2002, gli intrattenimenti e spettacoli dovranno essere certificati con i nuovi apparecchi misuratori fiscali e le biglietterie automatizzate.

      Per tutti gli eventi verrà, quindi, rilasciato un "titolo di accesso" che conterrà, oltre ai dati richiesti dai normali registratori di cassa anche altre indicazioni, come, ad esempio, il numero e ordine dei posti, identificazione dell'evento e corrispettivo pagato.

IVA: SEMPLIFICAZIONI PER LE LIQUIDAZIONI

     Nell'ambito del Decreto sulle semplificazioni vi sono numerose novità anche in merito alle liquidazioni dell'imposta sul valore aggiunto, tra cui:

-        dal 2002, le liquidazioni che i contribuenti trimestrali opzionali dovranno effettuare saranno tre, infatti, viene soppresso l'obbligo di liquidare l'imposta del quarto trimestre da parte dei contribuenti minori;

-        non è più necessario annotare nei registri IVA l'importo dovuto a titolo di interesse dell'1%;

-        l'opzione per l'effettuazione delle liquidazioni con cadenza trimestrale è  vincolante soltanto per un anno, anziché per tre;

-        il rimborso infrannuale non sarà più richiesto con dichiarazione periodica (che viene soppressa), bensì con l'apposita istanza di cui al D.M. 23 luglio 1975;

-        il limite per accedere alle semplificazioni previste per i contribuenti minori da parte dei soggetti che svolgono sia attività di servizi che altre attività, senza annotazione separata dei compensi, è pari ad un miliardo di lire (EURO 516.456,90);

ENTI NON COMMERCIALI E CONTRIBUTI EROGATI DA P.A.

     I contributi pubblici percepiti da enti non commerciali  ed erogati da Amministrazioni pubbliche non concorrono alla formazione del reddito degli stessi purché siano utilizzati:

 

-        per finalità istituzionali;

-        a copertura dei costi sostenuti.

       L'articolo 108, comma 2 bis, lettera b) del TUIR specifica,  infatti  che i contributi    corrisposti da Amministrazioni pubbliche agli enti non commerciali, per lo svolgimento in regime convenzionato o in regime di accreditamento di attività sociali esercitate in conformità dei fini istituzionali, non concorrono alla formazione del reddito complessivo.

EURO: IN ARRIVO IN NUOVI BOLLETTINI

      Nel sito del Ministero delle Finanze sono disponibili le nuove versioni dei bollettini per il versamento dei tributi locali, tra cui l'ICI, imposta comunale sulla pubblicità e pubbliche affissioni, ecc….

       Tra le novità di rilievo, c'è la predisposizione di un bollettino che potrà essere utilizzato per il pagamento di sanzioni relativamente a tutti i tributi locali; come conseguenza di ciò, viene eliminato il cosiddetto bollettino "ICI violazioni". Sarà tuttavia possibile utilizzare un bollettino per ogni tributo, senza possibilità di cumulare somme relative ai tributi locali diversi.

      A giorni seguirà la pubblicazione degli stessi in Gazzetta Ufficiale.

EURO: CONVERSIONE DEI VALORI CATASTALI

     Nel corso della videoconferenza dell'Agenzia delle Entrate tenutasi giovedì 13 dicembre 2001, è stato precisato che i valori catastali saranno così convertiti dalle lire all'euro:

-        tariffa: nuovo importo in euro espresso con l'indicazione di cinque decimali; l'Agenzia del Territorio ha infatti precisato che le tariffe attualmente in vigore rimangono valide anche successivamente all'introduzione dell'euro  e vengono solamente convertite nella nuova valuta;

-        rendita catastale: importo in euro espresso con l'indicazione di due decimali.

Quindi ai fini delle prossime dichiarazioni dei redditi, se si sceglie la compilazione in euro, sarà necessario disporre della rendita catastale in euro (da certificato catastale) o, meglio ancora, dalla tariffa in lire da convertire come sopra precisato.

EURO: TRATTAMENTO DEI VALORI BOLLATI

     Nell'ambito della videoconferenza precedentemente citata, l'Agenzia delle Entrate  ha fornito alcune precisazioni in merito alla conversione in euro dei valori bollati.

      Le regole che i cittadini dovranno tenere presenti, secondo quanto affermato dalla suddetta Agenzia, sono le seguenti:

-        dal 1° gennaio 2002, i valori bollati emessi saranno espressi in euro,

-        quelli indicanti l'importo nella doppia valuta, potranno essere utilizzati a tempo indeterminato;

-        quelli recanti l'importo solo espresso in lire potranno essere utilizzati fino al 28 febbraio 2002.

MANIFESTAZIONI: IVA AL 10% SOLO SE IL BIGLIETTO E' SPECIFICO

     L'Agenzia delle Entrate, nella risoluzione 14 dicembre 2001, n. 209, specifica che eventuali biglietti di ingresso ad una manifestazione sportiva, che consentono anche l'accesso ad un padiglione fieristico, devono scontare una aliquota IVA del 20%, anche se sono di importo inferiore a L. 25.000, pari a 12,91 euro.

      Si ricorda che dal 1° gennaio 2000, l'aliquota IVA per assistere a spettacoli cinematografici e sportivi è fissata al 10%, se il prezzo del biglietto è inferiore a L. 25.000; quindi, l'applicazione dell'aliquota al 10% è da ritenersi fruibile solo per manifestazioni o spettacoli cinematografici, per cui sia possibile individuare distintamente lo specifico corrispettivo.

SAGGIO DI INTERESSE LEGALE: DAL 1° GENNAIO  2002 SCENDE AL 3%

Il Ministero dell'Economia, con il Decreto 30 novembre 2001, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 290 del 14 dicembre 2001, ha disposto:

-        a partire dal 1° gennaio 2002, la riduzione del saggio di interesse legale dall'attuale 3,5% al 3%.

IL MODELLO 770 SI SDOPPIA

      Il D.P.R. n. 435 apporta novità radicali per quanto riguarda gli adempimenti dichiarativi del sostituto d'imposta.

      Il Modello 770 viene infatti sdoppiato in:

-        770 semplificato che raccoglie i dati delle certificazioni rilasciate ai percettori di reddito di lavoro subordinato e assimilati nonché ai percettori di redditi di lavoro autonomo e di provvigioni;

-        770 ordinario che è invece riservato alla comunicazione relativa alle ritenute operate sui dividendi,  proventi da partecipazione e redditi di capitale erogati nel 2001.

La presentazione dei due modelli dovrà avvenire esclusivamente in via telematica entro:

-        il 30 giugno per il Mod. 770 in forma semplificata;

-        il 31 ottobre per il Mod. 770 in forma ordinaria.

      Si ricorda infine che i modelli in bozza sono disponibili sul sito del Ministero delle finanze www.finanze.it.  

A disposizione per ogni chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

ENTI REV S.r.l.

||||||||

-->