Lì, 10 gennaio 2002

CIRCOLARE 317/02

OGGETTO: INVIM DECENNALE - SCADENZA DEL 31.01.2002

Con l'art. 8 della legge n. 448 del 28.12.2001, finanziaria 2002, viene soppressa, a partire dal 01.01.2002, l'INVIM di cui al Dpr n. 643/72, anticipando così di un anno la soppressione di tale imposta. Pertanto a partire dal 01.01.2002 non è più dovuta l'imposta INVIM per le cessioni di beni immobili.

INVIM DECENNALE

Interessa gli immobili posseduti, per un decennio, dalle Società ed Enti di ogni tipo (esclusi i Comuni), non destinati direttamente all'esercizio di attività commerciali, senza possibilità di diverse destinazioni senza radicale trasformazione, o destinati da almeno 8 anni totalmente ad attività assistenziali, previdenziali, sanitarie, culturali, ricreative e sportive.

Con l'art. 20 della L. 388 del 23.12.2000, finanziaria 2001, era stata prevista una INVIM "SOSTITUTIVA" da versare entro il 31.03.2001 consistente in un'imposta pari al 0.10% del valore "automatico" al 31.12.1992, esonerando così dall'obbligo di presentazione della dichiarazione INVIM Decennale al 31.01.2002. (Vedi circolare Enti Rev n. 287/01)

L'ultimo comma dell'art. 8 della finanziaria 2002, stabilisce che non vi sarà più l'obbligo di presentare la dichiarazione prevista dall'art. 18 del DPR n. 643/72 qualora il valore finale degli immobili, alla data del 31.10.1991, sia stato dichiarato in misura non inferiore all'ammontare della Rendita Catastale al 31.12.1992, anche presunta, moltiplicata per i coefficienti di cui all'art. 1 comma 8, del DL n. 299/91, e non sia dovuta imposta.

Per quanto sopra occorre confrontare il valore finale dichiarato al 31.10.1991 con il valore aggiornato al 31.12.1992, se l'incremento è negativo, non occorre presentare alcuna dichiarazione, qualora dal confronto dei valori emerga un incremento imponibile, occorre presentare la dichiarazione INVIM Decennale e pagare la relativa imposta entro il 31.01.2002.

A disposizione per ogni chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

ENTI REV S.r.l.

||||||||

-->