Lì, 28 gennaio 2002

CIRCOLARE 323/02

OGGETTO: ALIQUOTE IVA IN VIGORE DAL 01/01/2002 PER LE OPERE PUBBLICHE

La finanziaria 2002 ha prorogato sino al 31/12/2002 la riduzione dell'Aliquota IVA al 10% per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria dei fabbricati abitativi. Con la presente si comunicano le aliquote IVA in vigore dal 1/1/2002 per le opere di urbanizzazione primaria e secondaria e gli edifici assimilati.

DESCRIZIONE

NORMA

ALIQUOTA

1.     Nuova costruzione di opere di urbanizzazione primarie, secondarie…; Edifici di cui all'art. 1 L. 19/07/61 n. 659, assimilati alla Legge n. 408/49 art. 13: edifici scolastici, caserme, ospedali, case di cura, ricoveri, colonie climatiche, collegi, educandati, asili infantili, orfanotrofi e simili.

TAB. A p. III DPR 633/72    n. 127/quinquies

10%

2.     Acquisto di beni per la costituzione delle opere di cui al punto 1., escluse materie prime e semilavorate.

TAB. A p. III del DPR 633/72 n. 127/sexies

10%

3.     Prestazioni di servizio dipendenti da contratti di appalto per la costruzione delle opere di cui al punto 1.

TAB. A p. III del DPR 633/72 n. 127/septies

10%

4.     Opere per il superamento ed eliminazione di barriere architettoniche, prestazioni derivanti da appalti

TAB. A p. II del DPR 633/72 n. 41/ter

4%

5.     Edifici di edilizia residenziale pubblica manutenzione straordinaria di cui all'art. 31 Lett. b) L. 457/78, con esclusione degli interventi di Edilizia scolastica (vedi ns. circolare n. 231/99)

TAB. A p. III del DPR 633/72 n. 127/duodecies

10%

INTERVENTI DI RECUPERO ART. 31 L. 457/78

DESCRIZIONE

NORMA

ALIQUOTA

1.     Lett. a) e b) art. 31. Per opere di urbanizzazione primaria e secondaria con esclusione di fabbricati residenziali di cui al n. 5

 

20%

2.     Lett. c), d), e) art. 31 per tutte le opere di urbanizzazione primaria e secondaria e edifici assimilati

TAB. A p. III DPR 633/72    n. 127/terdecies,               n. 127/quaterdecies

10%

3.     Fino al 31/12/2002 per gli effetti dell'art. 9 comma 3 L. 448/2001 Finanziaria 2002, le prestazioni di recupero di cui alla lett. a), b), c) e d) dell'art. 31 L. 457/78 realizzati in:

-        Unità immobiliare a destinazione abitativa privata e relative pertinenze.

-        Interi fabbricati a "prevalente destinazione abitativa", cioè gli edifici con più del 50% della superficie fuori terra ad uso abitativo privato.

-        Edifici di edilizia residenziale pubblica purché caratterizzati dalla prevalente destinazione abitativa di cui al punto 5.

-        Edifici assimilati alle case di abitazione non di lusso ai sensi dell'art. 1 L. 19/07/1961 n. 659, purché costituiscano stabile residenza di collettività (vedi ns. circolare n. 231/99, C.M. 07/04/2000 n. 71/E)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

10%

 

 

 

10%

 

 

 

 

 

10%

 

 

 

 

10%

PRESENZA DI BENI SIGNIFICATIVI.

L'agevolazione di cui al punto 8, comprende anche la fornitura di materie prime e semilavorati, purché forniti dallo stesso soggetto che effettua la presentazione.

Unica eccezione è costituita da alcuni beni significativi per i quali l'aliquota ridotta del 10% risulta applicabile nel limite della differenza fra il valore totale della prestazione ed il valore degli stessi, aumentata della parte del valore dei beni corrispondente a tale differenza. (vedi ns. circolare n. 256/00)

Sono considerati beni significativi: ascensori e montacarichi, infissi esterni ed interni, caldaie, video citofoni, apparecchiature di condizionamento e riciclo dell'aria, sanitari e rubinetteria da bagno, nonché impianti di sicurezza. (C.M. 07/04/2000 n. 71/E)

Si comunica infine che qualora i contratti di appalto comprendano opere soggette ad aliquote d'imposta diverse senza distinzione dei relativi corrispettivi, non sarà possibile usufruire di aliquote agevolate, ma a tutto il corrispettivo si applicherà l'aliquota maggiore.

A disposizione per ogni chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

ENTI REV S.r.l.

||||||||

-->