Lì, 20 marzo 2002

CIRCOLARE 332/02

OGGETTO: LA REGISTRAZIONE TELEMATICA DEI CONTRATTI DI LOCAZIONE

A decorrere dal 1° gennaio 2002 tutti i soggetti interessati alla registrazione dei contratti di locazione e di affitto di beni immobili possono assolvere tale obbligo per via telematica. È comunque prevista una categoria di soggetti obbligati alla registrazione telematica di tali contratti.

La registrazione può essere effettuata direttamente o con l'ausilio di intermediari abilitati.

L'Agenzia delle Entrate ha disciplinato con il Provvedimento 12.12.2001 le modalità della registrazione telematica dei contratti di locazione e affitto di beni immobili, così come previsto dall'art. 5, comma 4, D.P.R. n. 404/2001.

La registrazione telematica, obbligatoria per i possessori di almeno 100 unità immobiliari (anche se non tutte affittate o locate), rappresenta una facoltà (non obbligo) per tutti gli altri soggetti interessati, che, dall'1.1.2002 possono registrare i contratti e versare le relative imposte, sanzioni e interessi, direttamente o tramite soggetti incaricati.

L'Agenzia delle Entrate ha precisato, con la Circolare 7.1.2002, n. 3/E che per i possessori di almeno 100 unità immobiliari, tale obbligo entrerà in vigore dall'1.3.2002 in virtù dell'art. 3, Legge n. 212/2000 (Statuto del Contribuente), che prevede che non possano stabilirsi adempimenti a carico dei contribuenti la cui scadenza sia fissata prima del 60° giorno dalla data della loro entrata in vigore.

Possessori di almeno 100 unità immobiliari

OBBLIGO

 

DALL' 1.3.2002

Altri soggetti

FACOLTA'

DALL' 1.1.2002

REGISTRAZIONE TELEMATICA DEI CONTRATTI

L'art. 15 del citato Provvedimento estende a tutti i soggetti tenuti a registrare i contratti di locazione e affitto di beni immobili la possibilità di adempiere a tale obbligo telematicamente in via diretta, ovvero tramite soggetti incaricati.

Il software necessario per provvedere all'adempimento in oggetto è disponibile direttamente nel sito Internet dell'Agenzia delle Entrate (www.agenziaentrate.it).

 

REGISTRAZIONE DIRETTA E ABILITAZIONE AL SERVIZIO TELEMATICO

Per i contribuenti che intendono provvedere in via diretta alla registrazione telematica dei contratti è necessario distinguere se sono:

-      Già titolari dell'abilitazione alla trasmissione telematica delle proprie dichiarazioni fiscali tramite Entratel o Internet: in tal caso devono effettuare la registrazione dei contratti in esame attraverso lo stesso canale telematico utilizzato per le dichiarazioni;

-      Sprovvisti dell'abilitazione alla trasmissione telematica delle proprie dichiarazioni fiscali: in tal caso dovranno richiedere l'abilitazione a Internet o Entratel a seconda delle seguenti ipotesi:

Soggetti non tenuti alla presentazione del mod. 770

Richiesta di accesso al servizio telematico Iternet.

Nel caso di società, la richiesta di abilitazione va presentata dal rappresentante legale, che deve già aver richiesto il proprio Pincode.

Soggetti obbligati a presentare il mod. 770 in relazione a non più di 20 soggetti

Soggetti obbligati a presentare il mod. 770 in relazione a più di 20 soggetti

Richiesta di abilitazione al servizio telematico Entratel alla Direzione Regionale delle Entrate, all'Ufficio delle Entrate locale o all'Ufficio delle Imposte Dirette o all'Ufficio IVA.

REGISTRAZIONE TRAMITE INTERMEDIARI ABILITATI

I Contribuenti che intendono provvedere alla registrazione tramite intermediari, si possono avvalere, in aggiunta ai soggetti individuati dall'art. 3 comma 3, DPR n. 322/98 (dottori commercialisti, avvocati, consulenti del lavoro, ragionieri commercialisti, revisori dei conti, CAF, ecc.), anche di altri soggetti, quali:

Ø   Le organizzazioni della proprietà edilizia e dei conduttori maggiormente rappresentative a livello nazionale, firmatarie delle convenzioni nazionali stipulate (o che saranno stipulate ex art. 4 comma 1, Legge n. 431/98), quali ad esempio:

-         Per gli inquilini: Sunia, Sicet, Uniat, Ania, Unione Inquilini, Conia;

-         Per i proprietari: Confedilizia, Uppi, Appc, Asppi, Union Casa, Confappi, Anpe;

Ø   Le agenzie immobiliari, iscritte negli albi dei mediatori tenuti dalle Camere di Commercio;

Ø   Le forme associative o federative tra soggetti (ad esempio gli IACP e le aziende di edilizia residenziale pubblica) appositamente delegati. In tal caso l'interessato deve comunicare al competente Ufficio i propri dati identificativi e quelli del destinatario della delega (codice fiscale, cognome e nome se persona fisica, denominazione o ragione sociale se persona giuridica).

N.B. Tutti i suindicati intermediari devono utilizzare il servizio telematico Entratel.

MODALITA' DI ESECUZIONE DELLA REGISTRAZIONE TELEMATICA

La registrazione telematica avviene trasmettendo gli estremi del contratto e il relativo testo, se stipulato in forma scritta, anche in più files in formato XML secondo le specifiche tecniche stabilite dall'Agenzia delle Entrate nell'allegato al Provvedimento 12.12.2001.

La registrazione si considera effettuata nel giorno in cui i files pervengono all'Agenzia delle Entrate e superano positivamente la fase di controllo.

I files e, conseguentemente, i contratti in essi contenuti possono essere scartati in caso di:

·    Duplicazione, quando cioè il codice di autenticazione per il Servizio Entratel e il codice di riscontro per il servizio Internet risultino identici a quelli di un precedente invio;

·    Omessa o errata indicazione del codice fiscale dell'utente, quando la registrazione è effettuata dagli intermediari;

·    Mancato riconoscimento dei codici di riscontro (Internet) e di autenticazione (Entratel).

RICEVUTA DI AVVENUTA REGISTRAZIONE

La corretta registrazione di ogni singolo contratto è attestata dall'Agenzia mediante una ricevuta nella quale sono indicati la data, gli estremi di registrazione e le annotazioni che l'Ufficio appone sugli originali e sulle copie del contratto in caso di registrazione cartacea.

Le ricevute sono disponibili, per via telematica, entro i 5 giorni lavorativi successivi alla data della ricezione del file da parte dell'Agenzia delle Entrate.

VERSAMENTO TELEMATICO DI IMPOSTE, INTERESSE E SANZIONI

Utilizzando il canale telematico per la registrazione dei contratti di locazione, anche il versamento di quanto dovuto (imposta di registro, di bollo, eventuali interessi e sanzioni) deve avvenire in via telematica.

A tal fine è stato predisposto il modello F24 telematico (I24), nel quale non è richiesta l'indicazione del codice tributo in quanto questo è individuato automaticamente dalla procedura.

Il versamento per via telematica richiede comunque l'indicazione delle coordinate:

      Del conto corrente del contribuente, se questi procede direttamente alla registrazione telematica o si avvale di un intermediario (in questo caso è necessario il consenso scritto del contribuente all'utilizzo di tali coordinate rilasciato al momento del conferimento dell'incarico);

-      Del conto corrente dell'intermediario se questi esegue la registrazione per conto dell'utente.

N.B. Il pagamento tramite mod. F24 telematico richiede la disponibilità di un conto corrente presso una banca convenzionata con l'Agenzia delle Entrate. L'elenco delle aziende di credito che aderiscono al sistema di pagamento telematico è disponibile nel sito www.agenziaentrate.it.

RICEVUTA DI ADDEBITO

Con successiva ricevuta, l'Agenzia delle Entrate comunica l'esito dell'addebito eseguito dalla banca in relazione al versamento delle somme dovute per la registrazione.

ADEMPIMENTI A CARICO DI CHI EFFETTUA LA REGISTRAZIONE TELEMATICA

I contribuenti che hanno registrato direttamente i contratti in esame devono consegnare alle altre parti contraenti copia della ricevuta che attesta il buon esito dell'operazione.

Gli intermediari incaricati della registrazione devono:

-      Contestualmente al conferimento dell'incarico, rilasciare una dichiarazione di impegno a provvedere alla registrazione debitamente datata e sottoscritta;

-      Consegnare all'interessato:

§         Due copie della ricevuta di avvenuta registrazione, una delle quali destinata all'altra parte contraente;

§         Una copia della ricevuta di pagamento delle imposte dovute.

N.B. I contratti e le ricevute devono essere conservati per 10 anni. 

A disposizione per ogni chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

ENTI REV S.r.l.

||||||||

-->