Lì, 24 giugno 2002

CIRCOLARE 342/02

OGGETTO:IMPOSTA COMUNALE SUGLI IMMOBILI DICHIARAZIONI

 E DENUNCIE DI VARIAZ.ICI–Scadenze anno 2002

DECRETO MINISTERO ECONOMIA 18 Aprile 2002 (G.U. n. 97 del 26/04/02)

I termini della presentazione delle Dichiarazioni/Denunce di Variazione I.C.I. relative a modifiche della soggettività passiva verificatesi nell'anno 2001 sono i seguenti:

·       Per le persone fisiche e società di persone o associazioni di cui all'art.6 del DPR 29/9/1973, N.600                                                        2 maggio - 31 Luglio 2002

·       Per gli enti non commerciali ed equiparati , per le società ed gli enti non residenti (art.87,c.1, lett. c) e d), D.P.R.917/1986)) -                                       31 luglio 2002

Senza obbligo dell'invio telematico della dichiarazione dei redditi

Solamente per questi soggetti, con l'invio telematico facoltativo della dichiarazione dei  redditi,  non essendoci stati chiarimenti  ministeriali che consentono di stabilire in modo certo se il termine ultimo di presentazione per le dichiarazioni ICI debba fare riferimento alla data di presentazione tramite una banca convenzionata o ufficio postale (modello cartaceo) o alla data dell’invio telematico (31/10/2002), si  consiglia gli Enti impositori di ritenere valevoli i termini di scadenza su indicati.

·       Per  le società di capitali e gli enti commerciali ed equiparati  (art.87, c.1, lett. a) e b) D.P.R.917/1986)                                                                         31 Ottobre 2002

Con  l’obbligo della trasmissione telematica della dichiaraz. dei redditi            

Per le società di capitali e per gli enti il cui esercizio non coincide con l’anno solare, la dichiarazione va presentata entro il termine di presentazione della dichiarazione dei redditi per il periodo d’imposta che comprende il 31/12/2001.

TERMINI DELLA PRESENTAZIONE DELLA COMUNICAZIONE:

Per i Comuni che hanno modificato il procedimento di accertamento I.C.I. ai sensi del D.Lgs.446/97, art.59, c.1, lettera 1 con regolamento adottato dal Consiglio Comunale per l'anno 2001, dal 2001 comincia l'esonero per il contribuente dalla presentazione della Dichiarazione/Denuncia di Variazione I.C.I e la stessa è sostituita dall'obbligo della presentazione della comunicazione con la sola individuazione dell'unità immobiliare interessata.

Il termine di scadenza della comunicazione di acquisti, cessazioni o modificazioni della soggettività passiva è stabilito dai singoli Regolamenti Comunali.

NOVITA' NORMATIVE - Istruzioni per la Dichiarazione / Denuncia di Variazione/Comunicazione I.C.I. anno 2001

Þ    Legge 383/2001, art.15, c.2 ( "manovra dei 100 giorni") - Per le successioni "mortis causa" aperte a partire dal 25 ottobre 2001, sono esonerati dalla presentazione della dichiarazione I.C.I. gli eredi ed i legatari per gli immobili inclusi nella dichiarazione di successione.

Þ    Legge n.388/2000, art.18, c.3, è considerato soggetto passivo del tributo e quindi obbligato alla presentazione della dichiarazione nel caso di variazioni strutturali o di destinazione dell'immobile, anche il concessionario di aree demaniali.

Þ    D.L. n. 351/2001, convertito in legge 23/11/2001, n. 410 - è soggetto passivo del tributo, con obbligo di presentare la dichiarazione,  il gestore dei beni facenti parte del patrimonio immobiliare pubblico.

Þ    D. Lgs.  228/2001, art.1, c.1 - è stato riportato nelle istruzione per la compilazione del modello la nuova versione dell' art. 2135 del codice civile relativo alla definizione di imprenditore agricolo.

A disposizione per ogni chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

ENTI REV S.r.l.

||||||||

-->