Lì, 20 gennaio 2003

CIRCOLARE 353/03

OGGETTO:  FINANZIARIA 2003: AUMENTO DEI CONTRIBUTI PER I PARASUBORDINATI TITOLARI DI PENSIONE DIRETTA

Il 23 dicembre 2002 è stata approvata in via definitiva dalla Camera la Legge Finanziaria per il 2003, legge 27 dicembre 2002, n. 289, pubblicata sul S.O. n. 240 alla Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2002, n. 305.

La presente è la prima di una serie di circolari informative sulle novità introdotte dalla finanziaria.

A decorrere dal 1 gennaio 2003 aumentano i contributi per i parasubordinati titolari di pensione diretta; infatti l’art. 44, comma 6, della legge Finanziaria per l’anno 2003 stabilisce un aumento di 2,5% dell’aliquota di versamento dei contributo per coloro che sono iscritti alla gestione separata di cui all’art. 2, comma 26, della legge n. 335/1995 e di un ulteriore aumento del 2,5% dal 1/1/2004.

1.     BREVE CRONISTORIA DEGLI EVENTI:

La legge n. 488/1999, di accompagnamento alla finanziaria del 2000, aveva previsto l’aumento delle aliquote riguardanti il contributo in questione. In particolare, l’art. 51 della legge sopracitata stabiliva un aumento del contributo in misura pari ad un punto percentuale a decorrere dal 2000, rispetto alla previsione originaria che prevedeva un aumento dello 0,5 per cento, con conseguente abbreviamento dei tempi necessari per giungere all’aliquota contributiva finale del 19 per cento, come era stato previsto dalla legge n. 449/1997.

2.     Soggetti interessati

L’aumento, come previsto dall’art. 44, comma 6, riguarda in particolare coloro che percepiscono redditi di prestazione previdenziale diretta. Da una analisi testuale della norma dovrebbero restare fuori dall’aumento dell’aliquota coloro che sono titolari di pensione indiretta, cioè di reversibilità o ai superstiti, ed anche coloro (non pensionati) che sono iscritti ad altra gestione previdenziale obbligatoria.

Di conseguenza, a decorrere dal 1 gennaio 2003, le aliquote per il versamento del contributo alla gestione separata, dovrebbero essere le seguenti:

Ø     10%, per gli iscritti che percepiscono un reddito da pensione indiretta;

Ø     10%, per coloro che sono iscritti alla gestione separata e contemporaneamente ad altra gestione previdenziale obbligatoria e non sono titolari di pensione diretta;

Ø     12,5%, per coloro che sono titolari di pensione diretta: di vecchiaia, anzianità, invalidità, eccetera;

Ø     14%, per coloro che sono iscritti soltanto alla gestione separata.

3.     Massimale contributivo

Infine, va ricordato che il massimale in esame, introdotto dall’art. 2, comma 18 della legge n. 335/1995, che riguarda in particolare coloro che hanno iniziato a lavorare dal 1 gennaio 1996 e coloro che opteranno per il calcolo della pensione con il sistema contributivo, (a cui dovrà essere rapportato il calcolo dei contributi), per l’anno 2003 risulta pari a € 80.390,96.

LE ALIQUOTE DEGLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA DAL 1 GEN 2003

SOGGETTI INTERESSATI

ALIQUOTA DI VERSAMENTO

TITOLARI DI PENSIONE DIRETTA

12,5%

TITOLARI DI PENSIONE INDIRETTA

10%

ISCRITTI AD ALTRA ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA NON TITOLARI DI PENSIONE DIRETTA

 

10%

ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA PRIVI DI ALTRA COPERTURA PREVIDENZIALE OBBLIGATORIA

 

14%

LE ALIQUOTE DEGLI ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA DAL 1 GEN 2004

SOGGETTI INTERESSATI

ALIQUOTA DI VERSAMENTO

TITOLARI DI PENSIONE DIRETTA

15%

TITOLARI DI PENSIONE INDIRETTA

10%

ISCRITTI AD ALTRA ASSICURAZIONE OBBLIGATORIA NON TITOLARI DI PENSIONE DIRETTA

 

10%

ISCRITTI ALLA GESTIONE SEPARATA PRIVI DI ALTRA COPERTURA PREVIDENZIALE OBBLIGATORIA

 

15%

A disposizione per ogni ulteriore chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

                                                                                                                      ENTI REV S.r.l.

||||||||

-->