Lì, 15 gennaio 2004 

CIRCOLARE 384/04

 OGGETTO: FINANZIARIA 2004 – LEGGE 24.12.2003 N. 350

 È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge Finanziaria 2004. Di seguito si riassumono le principali novità fiscali che interessano gli Enti Pubblici in vigore a decorrere dal 1.1.2004.

 NOVITA’ PER IL SETTORE AGRICOLO – Art. 2, comma 2

 REGIME SPECIALE IVA – è ulteriormente prorogata fino al 31.12.2004 la possibilità per i produttori agricoli, con volume d’affari 2003 superiore a € 20.658,28, di applicare il regime speciale IVA di cui all’art. 34, DPR n. 633/72, che prevede la detrazione forfettizata dell’IVA in base alle percentuali di compensazione.

 DETRAZONE 41% - art. 2, commi 15 e 16

 La della detrazione per le spese di recupero del patrimonio edilizio sostenute nel 2004 è innalzata al 41% e il limite della spesa agevolabile per tale anno è aumentato a    60.000 (per il 2003 era di  a € 48.000).

 N.B. Le novità in esame sono finalizzate a compensare l’aumento dell’aliquota IVA applicabile a decorrere dall’1.1.2004 agli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria, che dal 10% passa al 20%.

Va comunque osservato che in ambito comunitario è in fase di approvazione la proroga della possibilità di stabilire un’aliquota agevolata ai predetti interventi (tale possibilità per essere operativa dovrà comunque essere successivamente recepita dal legislatore italiano).

 Sono confermate le modalità di utilizzo della detrazione in vigore nel 2003; in particolare:

-       In caso di prosecuzione di lavori avviati in anni precedenti, nel calcolo del limite delle spese agevolabili vanno considerate le spese già sostenute;

-       La detrazione deve essere ripartita in 10 quote annuali costanti (salvo contribuenti di almeno 75/80 anni).

Inoltre, è riproposta la possibilità di usufruire dell’incentivo fiscale in esame (con le predette novità) anche da parte dei soggetti acquirenti o assegnatari di un’unità immobiliare facente parte di un edificio complessivamente sottoposto a restauro, risanamento conservativo o ristrutturazione edilizia da parte di imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie, a condizione che:

-       gli interventi di restauro/ristrutturazione siano eseguiti entro il 31.12.2004;

-       la cessione o l’assegnazione dell’unità immobiliare avvenga entro il 30.6.2005.

 DETRAZIONE IVA VEICOLI – Art. 2, comma 17

 È ulteriormente prorogato fino al 31.12.2004 il regime di detrazione parziale (10% ovvero 50% per gli autoveicoli elettrici) dell’IVA relativa all’acquisto, importazione, acquisizione in leasing o noleggio dei veicoli compresi nella lett. c) dell’art. 19-bis 1, DPR n. 633/72 (autovetture per il trasporto di persone e autoveicoli per il trasporto promiscuo di persone e cose, ciclomotori, motocicli di cilindrata non superiore a 350 cc.).

 SOSPENSIONE ADDIZIONALE IRPEF – art. 2, comma 21

 È prevista la sospensione  fino al 31.12.2004 degli incrementi delle addizionali regionale e comunale all’IRPEF eventualmente deliberati. L’effetto di tali incrementi decorrerà dall’1.1.2005.

 ASSOCIAZIONI BANDISTICHE, FILODRAMMATICHE E MUSICALI – art. 2, comma 31

 Alle associazioni bandistiche e cori amatoriali, filodrammatiche, di musica e danza popolare legalmente riconosciute senza fini di lucro si applica il regime agevolato di cui alla Legge n. 398/91, nonché le altre disposizioni tributarie relative alle associazioni sportive dilettantistiche.

 PROROGA TERMINI LIQUIDAZIONE/ACCERTAMENTO ICI – art. 2, comma 33

 Derogando espressamente a quanto previsto dallo Statuto del Contribuente, è stabilita la proroga al 31.12.2004 dei termini, scaduti al 31.12.2003, per la liquidazione e l’accertamento dell’ICI con riferimento alle annualità 1999 e seguenti.

 ICI E CONDONO EDILIZIO – art. 2, commi 41

 Per i fabbricati oggetto di condono edilizio (art. 32, DL n. 269/2003) l’ICI, con decorrenza già dall’1.1.2003, è dovuta con riferimento alla rendita catastale attribuita a seguito della regolarizzazione, sempre che l’ultimazione dei lavori o l’utilizzo del fabbricato siano di data anteriore.

A tal fine il contribuente è tenuto al versamento di un “acconto” della maggiore ICI, da effettuarsi in 2 rate entro i termini previsti per il 2004, salvo conguaglio, nella misura di    2 per metro quadrato regolarizzato per ogni anno d’imposta.

 CONDONI FISCALI LEGGE N. 289/2002 – art. 2, commi da 44 a 52

 Anche l’anno 2002 potrà essere definito utilizzando una delle sanatorie previste dalla Legge Finanziaria 2003 (condono tombale, concordato e integrativa semplice).

A tal fine sono richiamate, in generale, le modalità contenute negli artt. 7,8 e 9, Legge n. 289/2002. Sono previste tuttavia alcune particolarità tra cui le seguenti:

-       i soggetti che intendono ora definire la propria posizione fiscale con il condono tombale devono ricomprendere anche il 2002;

-       per coloro che hanno già effettuato il condono tombale fino al 2001, il 2002 può essere definito soltanto con il condono tombale (non è possibile ricorrere al concordato o all’integrativa semplice);

-       costituisce causa ostativa ai condoni la notifica all’1.1.2004 di un pvc, avviso di accertamento, invito al contraddittorio non definito sulla base degli artt. 15 (liti potenziali) o 16 (liti pendenti) Legge n. 289/2002;

-       anche per l’anno 2002, se non interessato da alcun condono, trova applicazione la proroga di 2 anni dei termini di accertamento.

 La Finanziaria 2004 interviene anche sulla regolarizzazione degli omessi versamenti disponendo l’applicazione dell’art. 9-bis, Legge n. 289/2002 “ai pagamenti delle imposte e delle ritenute dovute alla data di entrata in vigore della presente legge”.

La nuova disposizione, come desumibile, non ricollega più la regolarizzazione a quanto risultante dalle dichiarazioni presentate. Dovrà essere chiarito pertanto quali omessi versamenti sono regolarizzabili, se sono definibili anche i ritardati versamenti, nonché il trattamento delle somme iscritte a ruolo.

È inoltre prevista la definizione ai sensi dell’art. 15, Legge 289/2002 “relativamente al periodo d’imposta in corso al 31.12.2002”, delle liti potenziali alla data dell’1.1.2004.

Infine, la definizione ai sensi dell’art. 16, Legge n. 289/2002, è applicabile alle liti fiscali pendenti all’1.1.2004. Va evidenziato che si considera pendente anche la lite per la quale al 30.10.2003 non sia intervenuta sentenza passata in giudicato. Come specificato dall’art. 2, comma 12, lett. b), la sospensione delle liti fiscali pendenti opera fino al 30.04.2004 a meno che il soggetto interessato non presenti istanza per la trattazione della lite.

Con appositi Decreti saranno stabiliti i c.d. “termini connessi” con le sanatorie di cui ai citati artt. 7, 8,9,9-bis, 11, 14, 15 e 16, Legge n. 289/2002.

 SPETTACOLI VIAGGIANTI E SOGGETTI MINORI – Art. 2, comma 59

 È stato aumentato a € 50.000 il limite di volume d’affari che consente ai soggetti che esercitano le altre attività di spettacolo, di cui alla Tabella C allegata al DPR 633/72, di documentare i corrispettivi percepiti con la ricevuta fiscale o con lo scontrino manuale o prestampato a tagli fissi.

Analoga possibilità è concessa ai soggetti che effettuano spettacoli viaggianti.

 CESSIONI DI IMMOBILI E DEFINIZIONI DEL VALORE AUTOMATICO – art. 2, comma 63

 I moltiplicatori previsti dall’art. 52, DPR n. 131/86, per l’attivazione dell’accertamento “automatico” del valore dichiarato per la cessione di immobili, sono aumentati a decorrere dall’1.1.2004 da 75 a 82,5 (terreni) e da 100 a 110 (fabbricati). 

MEDICAZIONI PER PIAGHE DA DECUBITO E ULCERE CUTANEE CRONICHE - Art. 2, comma 67

 Alle medicazioni avanzate per la cura di piaghe da decubito e ulcere cutanee si applica l’IVA del 4%.

 A disposizione per ogni chiarimento in merito, porgiamo distinti saluti.

 

ENTI REV S.r.l.

                                                                                              ||||||||

-->